martedì 9 novembre 2010

Siamo tutti giornalisti



Pochi mesi fa è nato il primo polo editoriale italiano che adotta il modello di wikipedia: ognuno può contribuire a migliorare la qualità dell’informazione in piena libertà.



offre a chiunque la possibilità:
- di poter disporre di una panoramica di tutti i principali mezzi di informazione italiani e stranieri
- di poter accedere a tutti i contenuti del sito per poter usufruire di un'informazione il più possibile libera da condizionamenti politici o da interessi economico-finanziari
- di pubblicare liberamente contenuti (notizie, opinioni, articoli, studi, interviste, testimonianze, casi emblematici) e di commentarli, contenuti che possono consistere in contributi di servizio, di denuncia, di conoscenza, di stimolo alla crescita del paese, etc. Contenuti mai banali che tendono ad illuminare gli avvenimenti
- di evidenziare, qualora occorra, le manipolazioni a cui spesso le notizie vengono sottoposte
- inoltre di organizzare eventi, lanciare campagne di opinione, aprire dibattiti, lanciare sondaggi, porre domande ai politici, allegare documenti, segnalare altri siti o indicare riferimenti bibliografici, suggerire nuovi contenuti, proporre miglioramenti.

I principi ispiratori che sono alla base dell'iniziativa sono sostanzialmente due:
- La "notizia" é patrimonio di tutti e quindi tutti sono chiamati a contribuire alla sua formazione e al suo controllo. Da qui il titolo "SiamoTuttiGiornalisti"
- Il sito appartiene a chiunque contribuisca ad arricchirlo di contenuti e/o a sostenerlo sia economicamente che con il proprio lavoro. Ognuno godrà di una "compartecipazione" la cui quota sarà misurata sulla base del proprio coinvolgimento

In questo modo chiunque potrà agire al contempo da "Lettore", “Giornalista” ed “Editore” (vedere la voce "Chi siamo" sulla home page del sito).

Il team di SiamoTuttiGiornalisti

Se siete venuti a conoscenza, tramite altri mezzi di comunicazione o in modo autonomo, di notizie interessanti da condividere pubblicatele sul sito ! Soprattutto se si tratta di notizie importanti, ma trascurate dai media che contano, perché troppo interessati ai discorsi inconsistenti dei nostri politici!
Sempre privilegiando la qualità.
Per pubblicare occorre registrarsi!
Buona notizia a tutti!
… e possibilmente sostenete l'iniziativa diffondendo la notizia tra gli amici e i conoscenti!

E' uscita l'edizione 2.2 della "Grammatica e Semantica Xomese-Italiano"

Copio e incollo dal mio blog http://xomese.blogspot.com

Ieri, 8 novembre 2010, è uscita "in anteprima mondiale" (ndr: come direbbe qualche pubblicitario) l'edizione 2.2 della "Grammatica e Semantica Xomese-Italiano". Sarà l'ultima versione (almeno per quanto riguardo la fonologia e la morfologia) ed è in tutto la 4° (sono già uscite la 1.0 [il 23 luglio 2009], la 2.0 [il 28 aprile 2010] e la 2.1 [il 29 maggio 2010]). Come la versione 2.1 non si distacca molto dall'edizione 2.0. Come le 2 appena citate e come la PMEG dell'esperanto manca di una parte sintattica propriamente detta, perché la sintassi è integrata e, in un certo qual senso, desumibile dalla morfologia.
Ovviamente è molto più breve della PMEG (88 pagine contro le oltre 700 della PMEG) e vale per questa grammatica il principio secondo cui "ciò che non è espressamente vietato o non contrasta palesemente con quanto prescritto [grammaticalmente], è consentito".
La grammatica in questione si può trovare e scaricare gratuitamente su:
1) http://it.xomeze.org
2) http://mikelogulhi.weebly.com/xomese.html
3) http://stores.lulu.com/mikelo